Territorio

balestrate-porto-201

Balestrate è un piccolo e delizioso centro balneare situato al centro del Golfo di Castellammare, ultimo comune della provincia di Palermo, confinante con il primo della provincia di Trapani, Alcamo. Sorto nel XVII secolo intorno alla tonnara della famiglia Fardella, fino al 1820 fu chiamato Sicciara (che significa luogo dove si pescavano le seppie, siccia, in siciliano) quando, con regio decreto di Ferdinando I di Borbone, il borgo prese il nome attuale di Balestrate. Il nome deriva da un aneddoto: era il 1307 ed il Re Federico II d’Aragona, innamoratosi delle bellezze del mare e delle spiagge, si riservò la sovranità di quei luoghi per una larghezza estesa quanto un tiro di balestra (“Quantum a litore maris infra terram per jactum balistrae protenderit”).

Se arrivate con l’aereo da Punta Raisi (Aeroporto Falcone e Borsellino), Balestrate dista poco più di 40 km ed è facilmente raggiungibile attraverso l’autostrada A29 in direzione Trapani. Se arrivate in treno, da Palermo Centrale c’è il trenino che sosta esattamente nel centro abitato di Balestrate. Ci sono inoltre comode corriere che partono da Castellammare del Golfo o da Palermo.

Si usa dire che da Balestrate ci si affaccia sul mare come dal balcone di casa. Suggestivo è il paesaggio che si gode dal lungomare recentemente ristrutturato. Le spiagge, di sabbia fine e dorata, sono accarezzate da un’acqua tanto limpida da sembrare surreale, con fondali bassi adatti ai bambini. Le spiagge più frequentate sono la Forgia, che è caratterizzata dallo sbocco del fiume Jato, e la Forgitella, attrezzata di stabilimenti balneari e strutture ricettive dove si può godere della vita mondana locale con serate danzanti e dove si possono gustare le prelibate specialità a base di pesce e incredibili gelati.

Ma ci si può anche addentrare nel rigoglioso boschetto subito fuori il paese e adiacente alla spiaggia della Forgitella, o ancora, per gli amanti della pesca subacquea, scoprire suggestive scogliere dove pescare. L’entroterra è ricco di agrumeti, uliveti, frutteti e vigneti dove è possibile acquistare in loco direttamente dal produttore olii e vini tra i più pregiati di Sicilia.

La sera e la notte Balestrate si accende con musica ed eventi in piazza e lungo la principale via della Madonna del Ponte. Se capitate a Giugno, e precisamente il 29, potete partecipare alla “sagra del pesce” in onore di S. Pietro, dove è possibile degustare tutto il pescato del luogo gratuitamente ed assistere alla caratteristica processione del Santo che ha luogo in mare, con la statua a bordo di un peschereccio.

I principali monumenti da vedere sono “La chiesa Madre” e il castello di Calatubo costruito in epoca bizantina. La sera non perdete poi i famosi prodotti tipici locali come lo sfincione (focaccia con cacio cavallo, acciughe, pomodoro e cipolla) e le meravigliose granite. Valgono una vista anche la Chiesa di S. Pietro, quella di S. Anna, la Matrice a piazza Evola, il Santuario della Madonna del Ponte, il Resti del vecchio borgo (Tonnara Fardella) e il Museo Etnoantropologico.

Altre sagre, feste ed eventi a Balestrate:

12/17 febbraio – Carnevale di Balestrate.

La tradizione più antica del paese di Balestrate, strettamente legata al carnevale, è “Il Ballo dei Pastori” o “Contradanza mascherata”.

18/19 marzo – Festa di San Giuseppe a Balestrate.

Le Mense di San Giuseppe, un’antica tradizione balestratese durante la quale i devoti del Santo allestiscono gli altari e preparano i festeggiamenti in suo onore.

24 aprile – Sapori di Siccia…ra a Balestrate.

Sagra della seppia, un intero villaggio enogastronomico con degustazioni di piatti a base di seppia.